Gazzetta del Mediterraneo

Noto. Ospedale Trigona, Leone di Forza Italia: “Chiuso il reparto di geriatria, è senza primario”

 Breaking News
Noto. Ospedale Trigona, Leone di Forza Italia: “Chiuso il reparto di geriatria, è senza primario”
31 gennaio
21:36 2016

Noto – Pone l’attenzione sull’ospedale Trigona il coordinatore di Forza Italia, l’avvocato Vincenzo Leone. Riflettori sul reparto di geriatria che in questi giorni sarebbe stato fortemente ridimensionato. <<Nel più assoluto silenzio da lunedì scorso il reparto di geriatria dell’Ospedale Trigona è chiuso – ha detto Leone -. Nonostante dagli ambienti di maggioranza si tenti di somministrare la favola che nemmeno una siringa sarà toccata fin quando non arriveranno i privati, dall’inizio di questa settimana la divisione geriatrica non ha più il primario ed i posti letto sono stati ridotti da 18 a 8. Alla mancanza del dirigente medico si sta facendo fronte con lo spostamento, per due giorni alla settimana, del primario dell’Ospedale Di Maria di Avola. E come se ciò non bastasse, da ambienti ospedalieri giunge notizia che altri due medici avrebbero avanzato domanda di trasferimento. Oggi si materializza quanto denunciato nei mesi scorsi dalle forze politiche di opposizione Noto Nostra, Noto Futura, NCD, Forza Italia ed altri movimenti e comitati cittadini: il piano di rifunzionalizzazione firmato da Bonfanti sancisce la chiusura del nosocomio>>.

Leone parla anche di cause di malasanità dovuti alle carenze che si sono registrate nella struttura sanitaria netina. <<In questi mesi sono parecchi i casi di disagi al Pronto Soccorso di Noto – ha detto Leone – che si stanno manifestando per la mancanza di personale medico. Stiamo raccogliendo, infatti, diverse testimonianze di pazienti, o di loro parenti, che hanno vissuto vicende di malasanità a causa della mancanza del cardiologo. La figura medica si trova ad Avola, dove c’è il reparto, e quando c’è un’emergenza si limita a fornire solo consulenze telefoniche, non potendosi spostare fino a Noto. Gli esiti di una siffatta situazione sono stati gravissimi nei casi più complessi, dove era richiesta la presenza del medico in loco. Questa è la dimostrazione che un Pronto Soccorso senza una struttura ospedaliera funzionante alle spalle nuoce alla salute pubblica>>.

Tu cosa ne pensi? Lascia commento

Leggi anche :

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti per adesso, vuoi scrivere un commento?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

<

Netpcsolution di Adriano Giallongo siti internet e web marketing