Gazzetta del Mediterraneo

Pachino Calcio, parla il tecnico Franco Spatola dopo l’esonero

 Breaking News
Pachino Calcio, parla il tecnico Franco Spatola dopo l’esonero
18 dicembre
11:39 2019

Amareggiato per la decisione della società. “Il calcio è così, resto il primo tifoso della squadra”.

Il giorno dopo l’esonero, Franco Spatola, ex allenatore del Pachino, interviene sulle ultime novità nel club calcistico pachinese. “Sono frastornato e amareggiato, – dichiara Spatola – non me l’aspettavo. Lascio una squadra a due punti dai play off e con una rosa in larghissima parte identica a quella della passata stagione in seconda categoria. Forse qualcuno, non certo io, si era illuso che bastavano tre innesti per lottare al vertice. Ma non è così”. Tanti giocatori gli hanno manifestato solidarietà.

“Ho ricevuto molti messaggi. Solo un giocatore non mi ha scritto ma è normale. Di certo – aggiunge Spatola – mi porto dietro i buoni risultati raggiunti, a partire dall’aver rivitalizzato alcuni giocatori. Penso a Lorenzo Novello, tornato ad alti livelli, utilizzato come regista. Ritengo di aver fatto il massimo con la rosa a disposizione. Lascio una squadra a due punti dai play off del girone F di prima categoria. In casa abbiamo perso solo contro la capolista Mazzarrone, vera schiacciasassi del girone. In trasferta abbiamo faticato molto di più, forse per una mancanza di personalità. Ma la squadra non ha mai fatto venire meno l’impegno”.

L’amarezza non gli ha tolto la calma. “Ringrazio il presidente Enzo Accaputo – ribatte Franco Spatola – per la stima mostrata nei miei confronti. Ed anche i giocatori, a partire dal capitano Ciccio Mallia con cui ho un rapporto di amicizia e rispetto molto alto”. Qualcosa bolliva in pentola già da alcuni giorni, a partire da una riunione della società coi giocatori e in assenza del tecnico. Un segnale non certo di rispetto nei confronti di un allenatore che negli ultimi cinque anni ha tenuto a galla il calcio pachinese. “Ci può stare anche qualche atteggiamento, la riconoscenza in questo ambiente non esiste. Io comunque resto il primo tifoso del Pachino, che sia chiaro”.

Spatola rievoca alcuni momenti della sua quinquennale esperienza sulla panchina pachinese. “Il più bello è stato aver centrato la salvezza in Promozione con una squadra composta da ex juniores. Ci salvammo senza ricorrere ai play out. Inoltre, anche l’anno successivo, in Prima categoria, disputammo una bella stagione, sfiorando i play off e dando ai nostri tifosi – prosegue Spatola – la gioia di vincere il derby contro il Portopalo”. Domenica non sarà sulla panchina del Sasà Brancati, una novità dopo parecchi anni. “Auguro buon lavoro a Carrubba e Infanti”, conclude l’ormai ex allenatore del Pachino.

 

Tu cosa ne pensi? Lascia commento

Tags

Leggi anche :

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti per adesso, vuoi scrivere un commento?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

<

Netpcsolution di Adriano Giallongo siti internet e web marketing