Gazzetta del Mediterraneo

Pachino, Premio ai fratelli Guarino, titolari del Politeama

 Breaking News
Pachino, Premio ai fratelli Guarino, titolari del Politeama
30 luglio
23:06 2019

Riconoscimento speciale “Cinema” nell’ambito della XIV edizione del Premio “Portopalo, Più a sud di Tunisi”.

PORTOPALO. Si alza domani – mercoledì 31 luglio – il sipario, sulla XIV edizione del Premio Nazionale “Più a Sud di Tunisi”, kermesse culturale che si concluderà domenica 4 agosto. Nel corso della serata iniziale, “C’era una volta Sergio Leone”, che si terrà a Portopalo, all’interno del Cortile Sotto il Ponte di via Lucio Tasca, verrà consegnato un riconoscimento speciale nella categoria “Cinema” alla Famiglia Guarino, titolare della sala cinematografica più a sud d’Italia, operativa a Pachino in corso Nunzio Costa. Un premio per l’attività di costante promozione cinematografica,  svolta da tanti anni all’interno del “Politeama”.

Costruito dal geometra Morello negli anni ’50, il Cinema Politeama di Pachino venne inaugurato nel 1953. Fino a metà degli anni ’70 divenne il principale contenitore culturale della città pachinese, capace di ospitare 800 spettatori con sedute su due piani, e proponendo agli spettatori cinema, teatro, concerti e manifestazioni di ogni genere. Un progetto d’avanguardia per quei tempi, realizzato con le più sofisticate tecniche di costruzione e materiali di grande fattura. L’esplosione della televisione coincise con la crisi progressiva del cinema e la chiusura di moltissime sale in tutta Italia. Il Politeama andò in letargo dalla seconda metà degli anni 70, usato saltuariamente per eventi privati e matineè scolastici, fino alla definitiva chiusura agli inizi del 1980.

Nel 1998, il proprietario, l’ingegnere Giuseppe Morello, decise coraggiosamente di riportare il cinema in vita, ridando alla città una struttura rinnovata e pienamente funzionante che un anno dopo venne gestionalmente rilevata da Giuseppe Guarino e Corrado Ternullo, programmando film di prima visione. Un anno dopo, la gestione venne rilevata dalla famiglia Guarino che gestisce il Politeama senza interruzioni, programmando film, eventi e manifestazioni di ogni genere. Dal 2005 i gestori hanno ottenuto tutti i permessi come teatro, sala conferenze e concertistica e ovviamente cinema con 600 posti a sedere fra platea e galleria.

Da 5 anni la gestione è nelle mani dei fratelli Michele e Fabio Guarino, figli di Giuseppe, che hanno deciso di proseguire il lavoro del padre, portando nella loro attività sistemi innovativi di proiezione e audio e credendo fortemente (per taluni follemente) che Pachino e i comuni limitrofi possano avere un cine-teatro pienamente funzionante e all’avanguardia, con sistemi di proiezione in 4k e 3D Sony e Dolby Surround 7.1. Una struttura climatizzata e con tutti i confort dei cinema moderni ma senza snaturare la struttura che è per la maggior parte uguale a quando venne edificata nel 1953.

“Il riconoscimento ai fratelli Guarino – si legge in una nota dell’organizzazione del Premio Più a Sud di Tunisi – è un atto dovuto a chi, da venti anni, gestisce la sala più a sud d’Italia con impegno e abnegazione. Il Politeama è un punto di riferimento culturale di tutto il comprensorio della zona sud della provincia di Siracusa”.

 

(nella foto i fratelli Michele e Fabio Guarino, gestori del Cine-Teatro Politeama di Pachino)

Tu cosa ne pensi? Lascia commento

Tags

Leggi anche :

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti per adesso, vuoi scrivere un commento?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua email non verrà pubblicata.
I campi contrassegnati sono richiesti *

Netpcsolution di Adriano Giallongo siti internet e web marketing