Gazzetta del Mediterraneo

Portopalo, i vincitori delle sezioni speciali del Premio Più a Sud di Tunisi

 Breaking News
Portopalo, i vincitori delle sezioni speciali del Premio Più a Sud di Tunisi
20 luglio
13:40 2019

Riconoscimenti assegnati a Salvino Strano, Linda Rogasi, Benedetta Nicoletti ed Elia Li Gioi.

Con i vincitori nelle “Sezioni Speciali” si completa il novero dei vincitori della XIV edizione del Premio Nazionale “Più a Sud di Tunisi” in programma a Portopalo (Siracusa) dal 31 luglio al 4 agosto, con il sostegno dell’Ars (Assemblea Regionale Siciliana) e il patrocinio dell’Assessorato Regionale al Turismo e Spettacolo e del Comune di Portopalo. Sono già stati comunicati, nei giorni scorsi, i vincitori nelle sezioni “Libri” e “Giornalismo”.

Benedetta Nicoletti si aggiudica il riconoscimento nella sezione “Teatro” per aver curato con semplicità ed efficacia la regia de “La guerra di Paulinuzzu Millarti”, testo scritto e interpretato da Andrea Puglisi presentato in anteprima nazionale l’anno scorso a Portopalo e che ha fatto registrare numerose repliche a livello nazionale. Un viaggio attraverso il secolo scorso in cui “la guerra raccontata è quella che passa attraverso gli occhi di un uomo, non oltrepassando il suo campo visivo ma che certo oltrepassa il suo cuore che non sapeva di poter sopportare tanto”.

A Salvino Strano e Linda Rogasi il riconoscimento nella sezione “Cinema e Musica” per il progetto live, portato avanti da alcuni anni, incentrato sulle musiche per il cinema composte da Ennio Morricone, concretizzatosi nel concerto “Per un pugno di note”, sintesi di grande impatto nella sterminata produzione musicale del Premio Oscar. Pianista di notevole esperienza, Salvino Strano da anni si è specializzato con successo in concerti dove il binomio tra musica e cinema è preponderante, accompagnato dalla voce mezzosoprano di Linda Rogasi che completa un repertorio che ha riscosso ovunque consensi molto elevati.

Nella sezione “Arte” il riconoscimento è andato a Elia Li Gioi, per il costante impegno sul tema dell’accoglienza dei migranti che lo ha portato anche in prestigiosi contesti internazionali e a ricevere, nei mesi scorsi, il titolo di “Cavaliere della Repubblica”, massima onorificenza concessa ai civili dal Capo dello Stato.

Gli organizzatori della kermesse culturale si sono riservati di comunicare nei prossimi giorni le scelte inerenti l’assegnazione del “Premio Speciale Capo Passero”.

Tu cosa ne pensi? Lascia commento

Leggi anche :

1 Commento

  1. Adriana
    Adriana luglio 21, 07:43

    Lavoro costante ed impegnativo… riconoscimenti meritatissimi

    Reply to this comment

Scrivi un commento

La tua email non verrà pubblicata.
I campi contrassegnati sono richiesti *

Netpcsolution di Adriano Giallongo siti internet e web marketing

Clicca qui!