Gazzetta del Mediterraneo

Noto. Tiralongo agli ex compagni del gruppo Pd: “Prendere le distanze da Bonfanti se nella coalizione ci sono Gennuso, Zani e Cultrera”

 Breaking News
Noto. Tiralongo agli ex compagni del gruppo Pd: “Prendere le distanze da Bonfanti se nella coalizione ci sono Gennuso, Zani e Cultrera”
26 gennaio
00:28 2016

Noto – Si è detto sorpreso triste Aldo Tiralongo della replica dei consiglieri Valvo e Frasca dopo la sua scelta di lasciare il gruppo consiliare del Pd. “Hanno dimostrato coerenza nel sostegno al sindaco anche, ripeto, ingoiando bocconi amari – ha detto Aldo Tiralongo -. Hanno, cioè, appoggiato col loro voto le scelte dell’Amministrazione anche quando quelle scelte non erano condivisibili (valga per tutte la cittadinanza onoraria a don Pedro di Borbone). Sfido chiunque a rintracciare una mia dichiarazione, un mio intervento di critica del loro operato, riconoscendo e rispettando la loro consapevolezza a volte dolente del prezzo da pagare e le rinunce da fare per non creare problemi all’amministrazione. Io ho fatto un’altra scelta. Scelta che rivendico quale espressione del mio modo d’essere, di vivere e sentire la politica ed il mio ruolo”.

Tiralongo sfida poi i suoi ex compagni di gruppo consiliare e pone loro una serie di domande: “Se i consiglieri Valvo e Frasca vogliono far volare gli stracci, come in ogni buona commedia all’italiana, dispiace ma sono fatti loro, della loro coscienza e dignità. Per me la questione è e resta politica! Volete mantenere fede al patto siglato con Rinnovamento di prendere distanza da Bonfanti qualora la sua coalizione preveda la presenza di certe forze politiche? Avete il coraggio di dire al Sindaco che come partito di sinistra non avete nulla da spartire con il movimento di Gennuso, quello di Zani e quello di Cultrera? Avete la lucidità per rendervi conto che non può replicarsi una esperienza amministrativa con forze politiche che hanno dimostrato che l’unico loro scopo non era il bene comune ma il tornaconto personale? Avete la capacità di cogliere il comune sentire della pubblica opinione che chiede un rinnovamento della classe politica? Non è il momento di far volare gli stracci, ma di far valere la propria identità e la propria storia politica”.

Tu cosa ne pensi? Lascia commento

Leggi anche :