Gazzetta del Mediterraneo

Portopalo, per il sindaco Mirarchi infondate le pretese della società Capopassero

 Breaking News
Portopalo, per il sindaco Mirarchi infondate le pretese della società Capopassero
19 gennaio
16:07 2017

Campo sportivo, il primo cittadino replica anche al movimento civico Cambiavento

“Nessun problema, il campo sportivo si farà”. Il sindaco Giuseppe Mirarchi replica a muso duro al movimento civico portopalese Cambiavento. “Smentisco fermamente che i manufatti insistenti sull’area oggetto di esproprio, costituiti da una iniziale realizzazione della tribuna, peraltro compiuta dal Comune, siano ancora in proprietà alla società espropriata, la Capopassero srl. Con il decreto di esproprio datato 11 aprile 2016 è stata espropriata non soltanto l’area interessata, ma anche ogni pertinenza e manufatto ivi insistente. Non è dato desumere diversamente dall’accordo del 15 dicembre 2015 , raggiunto tra il Comune e il soggetto privato sull’importo dell’indennità di esproprio in cui non si è fatto riferimento alcuno ai manufatti oggi pretestuosamente rivendicati dal privato. Né un senso diverso – aggiunge il sindaco – è dato ricavare dagli altri atti e documenti del procedimento di esproprio. Ne deriva che nessun ritardo nella realizzazione dei lavori appaltati potrà scaturire da tale infondata e pretestuosa pretesa della società espropriata, essendo stata l’area in questione definitivamente espropriata e, quindi, acquisita ormai nella piena proprietà del Comune, né potendo la società privata vantare alcun valido diritto sull’area medesima che possa in qualche modo rallentare la realizzazione dei lavori interessanti il Campo Sportivo”.
Il sindaco fa riferimento anche al costo del terreno, pari ad euro 450.000 corrisposti dal Comune alla Capopassero per l’acquisto del sito. “A prescindere dalla congruità dello stesso, – prosegue Mirarchi – ottenuto ai sensi e per gli effetti di norme di legge, l’importo così concordato risale alla vecchia gestione amministrativa debitamente deliberato. Logica conseguenza desumere che presunte ingiustificabili quanto gratuite considerazioni, da parte di chicchessia, debbano presuntivamente ricadere su altri soggetti e non sul sottoscritto”.
Su chi abbia concordato l’importo di 450 mila euro con la società Capopassero, avendo Gazzetta del Mediterraneo di recente ricostruito l’intera vicenda a partire dagli anni 80 (http://www.gazzettadelmediterraneo.it/10224/portopalo-campo-sportivo-storia-ordinaria-vergogna/), va evidenziato quanto affermato nel dicembre 2014 (e mai smentito) dal consigliere Edmondo Pisana che chiese inoltre “come mai il Comune non abbia preso in considerazione l’opzione legata ad un’eventuale procedura di esproprio per pubblica utilità del terreno”. Da ricordare, infine, che il 15 dicembre 2015, data in cui, come dichiarato dallo stesso sindaco Mirarchi, fu raggiunto l’accordo tra il Comune e la Capopassero sull’importo dell’indennità di esproprio, era già in carica l’attuale amministrazione comunale.
campo-005

Tu cosa ne pensi? Lascia commento

Tags

Leggi anche :

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti per adesso, vuoi scrivere un commento?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua email non verrà pubblicata.
I campi contrassegnati sono richiesti *

Netpcsolution di Adriano Giallongo siti internet e web marketing