Gazzetta del Mediterraneo

Portopalo, il sindaco nomina tre assessori

 Breaking News
Portopalo, il sindaco nomina tre assessori
02 febbraio
20:29 2017

La scelta è caduta su Silvia Lentini, Ornella Burgaretta e Andrea Gozzo

di SERGIO TACCONE
Habemus assessori. Tre su quattro. Il sindaco Giuseppe Mirarchi ha ufficializzato il 75% della sua squadra di governo. Manca una casella da coprire. Un posto vacante che lascia spazio a tante ipotesi. Intanto, per limitarci al certo, registriamo l’uscita dall’esecutivo civico di Rossella Micieli. Al momento il suo nome non figura tra gli assessori. Aveva tentato di salvare la cadrega, pur lontana da Portopalo per impegni di lavoro, rinunciando all’indennità di carica. Il rimpasto per ora la tiene fuori dalla giunta. Una novità assoluta nella politica portopalese è Silvia Lentini a cui il sindaco ha affidato le deleghe all’ecologia, territorio e ambiente. Da più parti si associa la nomina della Lentini ad una scelta di matrice tecnica. Per gli altri due nomi siamo al deja vu: Ornella Burgaretta e Andrea Gozzo, ovvero due esponenti che fecero parte della prima giunta Mirarchi uscita dalle elezioni del 2014.
Per il nuovo gruppo consiliare Oltre, fresco di costituzione, si tratta di un en plein: Giovanni Chiavaro si assicura con la vicesindacatura anche la triade di deleghe “sport, turismo e spettacolo”, politiche giovanili e commercio. Ornella Burgaretta entra nel doppio ruolo di consigliere-assessore con le rubriche lavori pubblici, edilizia scolastica, urbanistica e agricoltura. Il quarto assessore potrebbe essere anche un consigliere. E questo non è un particolare di poco conto. Mirarchi al momento si è tenuto le deleghe ai servizi sociali, pubblica istruzione, bilancio, cultura, personale, pesca, polizia municipale e viabilità in attesa della scelta del quarto nome.

Progetto Comune è stato – per il momento – messo alla porta. E senza mezzi termini. Fuori Gennuso, fuori Drovetti e fuori Lentinello. Una defenestrazione in piena regola anche se nella politica, specialmente se di stampo “vetero-democristiano” come quella incarnata dal sindaco Mirarchi, il “mai dire mai” è una regola da tenere sempre in debita considerazione. Resta fuori dalla giunta anche Cristina Litrico, scontratasi di recente con il sindaco per questioni legate alla confusione che regna nella scuola La Ciura dopo i lavori per cui ancora si cerca di capire chi sia il direttore dei lavori. Resta aperta la corsa alla presidenza del consiglio comunale. Corrado Scrofano, considerato favorito fino a qualche settimana fa, è fermo al palo. Da cardinale, al momento, è stato declassato a parroco.
C’è anche un’altra ipotesi: quella che porta alla massima carica consiliare di Loredana Baldo, componente di uno dei due gruppi d’opposizione. Si attende il rientro alla base di Gaetano Gennuso, leader di Progetto Comune, al momento fuori sede, che potrebbe aprire scenari apocalittici o di integrazione con il nuovo assetto.
municipio-portopalo

Tu cosa ne pensi? Lascia commento

Tags

Leggi anche :

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti per adesso, vuoi scrivere un commento?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

La tua email non verrà pubblicata.
I campi contrassegnati sono richiesti *

Netpcsolution di Adriano Giallongo siti internet e web marketing